martedì 30 giugno 2015

50 shades of... Marrakech (day 2)

Dopo aver preso confidenza con la caotica Marrakech siamo pronti ad esplorarla. Il day 2, l'unico vero giorno che abbiamo a disposizione per la visita della città, vogliamo che sia produttivo anche se, complice un orientamento non facile all'interno della Medina, non sappiamo ancora cosa aspettarci...

We are finally ready to explore the chaotic Marrakech. It's day 2, the only and last day in the city and we want to do a lot of things even if we know that orientation is not easy inside the Medina. We do not know what to expect ...

(appena svegli ci fa compagnia un piccolo animaletto - a small animal is saying "good morning")

Ad aspettarci, a dir la verità, c'è una splendida colazione all'interno della Riad: il solito immancabile thè alla menta, crépes, pane, yogurt, burro e diverse marmellate fatte in casa. L'atmosfera è molto araba, molto "cerimonia del thè".

To be honest, a wonderful breakfast is waiting for us at the Riad: the usual inevitable mint tea, pancakes, bread, yogurt, butter and various homemade jams. The atmosphere is very Arab, very "tea ceremony".


La visita della città comincia con il luogo più comodo da raggiungere perchè vicinissimo alla nostra Riad. Fortunatamente non abbiamo bisogno di usare alcuna cartina, la "Medersa Ben Youssef" è davvero comoda da raggiungere dalla nostra posizione.

The city tour begins with the most convenient place to reach because very close to our Riad. Fortunately there's no need to use any map, the "Medersa Ben Youssef" is really easy to reach from where we are.


Parliamo ovviamente dell'antica scuola coranica, uno degli edifici sicuramente più famosi di Marrakech (1565).

We are talking about of  the ancient Koranic school, surely one of the most famous buildings in Marrakech (1565).


Riusciamo a visitare con la solita manciata di dirham (poco più di un euro) le 130 stanze dove dormivano gli alunni e la corte al centro.

With a handful of dirhan (just more than a euro) we can visit all the 130 rooms where students used to sleep and the court at the center.


Ad una decina di metri dalla Medersa Ben Youssef c'è anche il museo di Marrakech ma preferiamo passare oltre: ci addentriamo nei mai troppo graditi "souk", dove è forte l'influenza araba, berbera e dell'Africa nera, alla ricerca del secondo posto da visitare, il Palazzo della Bahia...

About few meters far from the Medersa Ben Youssef there is alsoa museum, the museum of Marrakech, but we prefer to pass over: we venture into never too welcome "souks", where there is a strong Arab and berber influence, looking for the second place to visit: the Bahia Palace ...

(una delle tante bancarelle all'interno dei souk - One of the many stalls in the souk)

...un palazzo raffinato costruito alla fine del 1800 da un "gran visir" che non badò a spese. Entriamo in un souk convinti (dopo un lungo consulto della mappa di Marrakech) di essere nella viuzza giusta.

...An elegant palace built in the late 1800s by a "grand vizier". We are pretty sure (after a long consultation of the map of Marrakech) to be in the right souk...

(uno dei tanti negozi di spezie all'interno dei souk - One of the many spice shops in the souks)

In realtà il palazzo non lo troveremo mai...

Actually we never found this building...


No, non la prendiamo benissimo. Già alle 9 siamo alla ricerca affannosa, sotto il caldo già cocente, di un appiglio per scovare un luogo che vorremmo visitare.

We are not so happy about that. It's 9am and we are already looking for something that we'll never find. And it's very hot...


Siamo sfiduciati quando davanti a noi, poco lontano dalla piazza Jemaa El Fna appare il pulman rosso del seightseeing. Lo rincorriamo stile Usain Bolt ed alla prima fermata saliamo.

We are a little bit disappointed. In that moment, just few meters far from Jemaa El Fna, the seightseeing red bus appears in front of us. We can't miss it.


Il prezzo è conveniente (11 euro, che sarà la spesa più alta della due giorni), c'è anche la guida audio in italiano e soprattutto ci dà la possibilità di visitare anche la città nuova. Direi che s'ha da fare... La linea rossa percorre le tappe principali della Marrakech nuova e vecchia, quella verde si spinge sino ai bellissimi jardins Majorelle, che purtroppo non faremo in tempo a visitare.

Price is very convenient (11 euros):  there is also the audio guide in Italian and above all it gives us the opportunity to visit the new town. The red line runs through the main stages of Marrakech new and old town, the green one goes up to the beautiful Jardins Majorelle, which unfortunately couldn't visit (lack of time)

(un bambino in mezzo alla strada sventola, supponiamo per gioco, la bandiera marocchina
- A child in the street is waving the moroccan flag)

Percorriamo il primo giro senza scendere dal bus (50 minuti circa), cercando di capire quali siano i luoghi più belli da visitare. Tanto è araba la città vecchia, quanto ci sembra con forte influenza europea e sicuramente più vivibile la città nuova. Non ci spingeremo fino a La Palmeraie, caratterizzata da campi da golf, residenze e hotel di lusso, ma quel senso di "tranquillità" è già tangibile.

For the entire first lap we don't get off the bus (50 minutes), trying to figure out what are the best places to visit. The old city is very arab, the new one has strong European influence and definitely is more livable. We won't go to La Palmeraie (golf courses, luxury hotels and residences) because we don't have enough time.


Alla conclusione del giro, poco prima della piazza Jemaa El Fna, scendiamo per visitare le tombe sadiane, risalenti a più di 300 anni fa e scoperte solamente nel 1920.

At the end of the tour, just before the Jemaa El Fna, we visit the saadians tombs, also called "necropolis of Marrakech", built by saadian sovereign.


Si tratta di 66 tombe reali risalenti ad un'antica dinastia marocchina.

There are 66 royal tombs coming from the 17th century.


Uno stretto cunicolo ci porta all'interno, tra un bel giardinetto, qualche gatto randagio ed anche delle cicogne che fanno compagnia ai turisti. Una curiosità: i sepolcri sono di marmo di Carrara.

A corridor running the lenght of of the mosque, carved out of the wall leads the tombs.


La seconda tappa è l'Hotel de Ville con il contiguo bellissimo "Cyber Park - Arsat Moulay Abdessalam", otto ettari di "verde" risalenti al 18esimo secondo.

The second stage is "Hotel de Ville" with the beautiful Cyber Park - Arsat Moulay Abdessalam". The ancient garden is very pleasant for a walk in calm in the shade of eucalyptus trees, extended on eight hectares and which was created in the 18th century.


E' mezzogiorno ed il termometro segna 40 gradi: il fresco degli alberi di eucalipto sono una manna dal cielo...

It's noon and the thermometer says 40 degrees: the shade of eucalyptus trees are a godsend ...


Potremmo riprendere il pulman, ma come sempre commettiamo l'errore di credere che le distanze siano vicino nonostante le avessimo già percorse sul bus. A piedi, sotto il sole cocente, percorriamo l'intera via via Mohamed V sino a raggiungere Piazza 16 novembre. Negozi di alta moda, starbucks, centri commerciali, ristoranti e cafès: questa è la Marrakech se vogliamo "europea".

Do we take the bus again? No, of course not. As always we make the mistake of believing that the distances are close despite we had already traveled these roads on the bus. A walk in the hot sun along the entire street until we get to Avenue Mohamed V Square till square November 16. Luxurious shops, starbucks, shopping centers,malls, restaurants and cafés, this is the "European" Marrakech...



Spendiamo una buona oretta da starbucks prima di riprendere il bus e proseguire l'esplorazione di Marrakech.

We spend a good hour at Starbucks before taking the bus again and continue the exploration of Marrakech.

(la stazione ferroviaria di Marrakech - the railway station of Marrakech)

La stazione e soprattutto il Théatre Royal hanno molto fascino: Lungo la via Mohamed VI, la più lussuosa probabilmente dell'intera città, il teatro rappresenta la più classica delle ciliegine sulla torta.
L'opera, ispirata all'antica Italia è stata progettata dall'architetto Charles Bacarra.

The station and especially the theatre has to be visited. The Royal Theatre is located at the beginning of the most prestigious thorougfare in the city: Avenue Mohamed VI. An impressive building, designed by Carles Bacarra and inspired by Ancient Italy.


Non molto lontano ci sono altri due quartieri decisamente interessanti e lussuosi: l'Hivernage e Sofitel: chi cerca "enternainment" e quindi divertimento, casinos e locali viene qui (Sofitel): soprattutto le celebrità, molte delle quali residenti all'interno di quest'area (Hivernage) nel verde e nel lusso di un quartiere bellissimo, il più esclusivo insieme a Pameraie.

Not far from the theatre there two interesting and luxurios neighborhoods: Hivernage and Sofitel. People looking for fun and enternainment come to Sofitel where they can find casinos, trendy restaurants, pubs, cabaret and nightclub. Many celebrities live here captured by the charm of the city. The neighborhood of Hivernage is a beautiful area of greenery and calm unfolding in proximity to its ochre and red walls. Together with Palmeraie it is today the most expensive and most appreciated residential area of Marrakech.


Concluso il secondo giro sul "red bus" torniamo in piazza Jemaa el Fna per la cena. Arrosticini per Marco, il solito tajin per l'Ale.

At the end of the tour it's time to come back to Jemaa El Fna square for dinner. Meat and Tajin of course.


Oggi l'atmosfera è più rilassata e finalmente possiamo fare un po' di shopping. Riusciamo clamorosamente a fermarci in una delle tante bancarelle sulla piazza e compriamo una lampada berbera.

The atmosphere is more relaxed today so we can finally do some shopping. We can even stop at one of the many stalls on the square and buy a lamp made by berbers.


La mattina successiva ci dovremo svegliare presto (5 am) per rientrare in Italia e sorseggiando il solito thè alla menta sotto il cielo stellato è tempo di bilanci. E tutto sommato, proprio per la sua particolarità, Marrakech è una di quelle città che, almeno una volta nella vita, vanno visitate.

The next morning we will have to wake up early (5 am) for the coming back to Italy then it's time to think about our experience in Morocco sipping the usual mint tea under the stars. And all in all, because of its peculiarities, Marrakech is one of those cities that, at least once in your life, has to be visited.





STATE: Morocco
CITY: Marrakech
BUDGET: 2 days (150 euros per person: flight, hotels, food and visit)



HOTEL: Riad Misria (40 euros per night, breakfast included)
COMFORT: ***
LOCATION: *****
CLEANING: *****
POSITION: ****


FOLLOW US ON FACEBOOK: 

WWW.FACEBOOK.COM/DUECUORIPERVIAGGIARE?REF=HL