sabato 31 dicembre 2016

2016 trip - Route 66, Hawaii, Seattle and much more (day 7: Vinita - Oklahoma City)

STAGE PROFILE
STATES: Oklahoma
CITIES: Vinita (O) - Oklahoma City (O) 273 km
STOPS: Chelsea, Foyil, Catoosa, Tulsa, Sapulpa, Chandler, Arcadia


E' lo stato dell'Oklahoma a svolgere il compito di fedele compagno di viaggio nella giornata di oggi, una tappa non elettrizzante come lo era stata quella del giorno precedente, ma che ci ha regalato nel finale probabilmente una delle emozioni più grandi dell'intero viaggio. Siamo nella parte centrale, nel cuore dello stato e stiamo viaggiando in direzione Oklahoma City, la città principale del "native american State" mentre incontriamo il primo historical bridge della giornata, l'Historic Pryor Creek Bridge a Chelsea.

The great state of Oklahoma will be our faithful travel companion today. This isn't an exciting stage as the previous one, but will give us in the end probably one of the biggest emotion of' the entire trip. We are in the heart of the state and traveling toward Oklahoma City (the main city of the "native american State") when we encounter the first historical bridge of the day, the Historic Pryor Creek Bridge in Chelsea.


Il legame tra lo stato dell'Oklahoma ed i nativi americani è molto forte. Ed è proprio a Foyil, circa 3.5 miglia fuori dal tracciato della route 66, che l'artista Ed Galloway tra il 1937 ed il 1961 costruì alcuni totem dedicati proprio agli indigeni. Ora è diventato il Ed Galloway’s Totem Pole Park. L'ingresso è gratuito e potrete ammirare i totem progettati e costruiti dall'artista dell'Oklahoma, alti addirittura quasi 30 metri.

The connection between the state of Oklahoma and the Native Americans is very strong. In Foyil, about 3.5 miles off the route 66, the artist Ed Galloway (between 1937 and 1961) built some totems dedicated precisely to the natives. Now it has become the  Ed Galloway's Totem Pole Park. Admission is free and you can admire the totem designed and built by the artist, some of them 90 feet tall.



Poco più in là, a Claremore, visitiamo (ingresso gratuito), la Belvidere Mansion, una casa in stile vittoriano dove, già al solo ingresso, si viene catapultati indietro nel tempo. Non solo per la sala da ballo all'ultimo piano, ma anche per la possibilità di gustarsi un thè mentre le gentilissime signore vi racconteranno la storia della casa.

A little farther on, in Claremore, we visit (admission free), the Belvidere Mansion, a Victorian style house where you're really back in time. Not only because of the ballroom on the top floor, but also for the opportunity to enjoy a cup of tea while the nicest ladies tell you the story of the house.


Siamo un'area storica della route 66, almeno per quanto riguarda l'Oklahoma. Prima il Totem Pole Park ed ora Catoosa, una città da sempre simbolo della route per via della sua "balena", un ex parco divertimenti da tempo abbandonato, diventato luogo culto dei viaggiatori lungo la route 66.

This is an area where you can find many historical route 66 places. Totem Pole Park just few mileas ago and now Catoosa, a city which has always been one of the masterpieces of the mother road, especially because of the "whale", a former amusement park now abandoned, which has become a must stop for every travelers along the Route 66.


Parliamo di uno dei primi cinque luoghi da visitare lungo le oltre 2700 miglia di tracciato, ma quello che troverete è soprattutto un senso di decadenza e di abbandono. "Non perdete troppo tempo dalla balena, ci sono cose molto più interessanti in questa area da visitare" ci hanno detto diversi abitanti del posto. Avevano ragione.

Let's talk about one of the top five most visited attractions along the 2,700 miles of the mother road, but what you really discover is sense of decay and neglect. "Do not waste too much time at the whale, there are things much more interesting in this area to visit" we have been told several times by locals. They were right.


Ma, c'è un ma. Nel piazzale davanti al laghetto che contiene la "balena", abbiamo mangiato uno dei tacos migliori della spedizione. Il food truck di "Molly" è inconfondibile e non deluderà la vostra voglia di cucina tex mex.

But there is an exception. Located in the square just in front of the pond that contains the "whale", Molly serves one of the best taco we've ever had.


La route 66 in Oklahoma attraversa non solo Oklahoma City, ma anche la seconda città più grande dello stato, Tulsa. A dire il vero anche una delle più bruttine del continente nord americano. Qui ci si passa solamente se si sta viaggiando lungo la mother road, oppure se si è intenzionati a visitare uno dei musei più interessanti degli Stati Uniti (di cui parleremo nelle note). E noi che non siamo interessati ai musei cosa facciamo? Di certo il Golden Triller, la statua enorme di un"oil worker" non basta anche se qui il petrolio è, al pari del footbal, una sorta di religione...

Route 66 in Oklahoma goes not only through Oklahoma City, but also through the second largest city in the state, Tulsa. Actually also one of the most ugly of the North American continent. You won't visit it unless you're traveling along the mother road or going to visit one of the most interesting museums in the United States (which will be discussed in the Notes). Well, we  are not interested in museums, so what do we do? Certainly the Golden Triller, the huge statue of an "oil worker", is not enough to make a trip to Tulsa, even if oil here, like football, is a kind of religion ...


... Il guizzo vincente tuttavia non tarda arrivare. Per dare un senso alla sosta in quel di Tulsa andiamo alla caccia del "center of the Universe". Già, proprio quello. Situato non lontano da downtown, Center of the Universe è un luogo del tutto particolare, unico al mondo. In un preciso punto (ben segnalato) la tua voce rimbomba. Una sorta di anomalia acustica raccontata molto bene in questo link: (center of the universe).

We are here because of the center of the universe. Yes, you understood well. Located not far from downtown, the "center of Universe" is a very particular place, unique in the world. At a certain point (well signposted) your voice echoes. A sort of acoustic anomalies very well explained in this link: (center of the universe)


Attraversiamo le città di Sapulpa e Stroud (dove potrete visitare il Route 66 interepretive center) sino ad arrivare ad Arcadia dove attenderci ci sono due luoghi del tutto particolari. Il primo è il round barn, l'enorme granaio rotondo che, come la route 66, ha vissuto il suo momento di massimo splendore parecchi anni fa

We go through Sapulpa, Stroud (where you can visit the Route 66 interepretive center) and then Arcadia where we encounter two special places The first is the old round barn which, as the route 66 too, has lived its moment of greatest splendor many years ago


E poi "Pops". Se doveste aver sete e voglia di una bibita gassata, questo è il vostro posto. Ne troverete di 500 tipi, una diversa dall'altra. Alcune sono introvabili. Al suo interno vi è anche un ristorante.

And then "Pops". If you are thirsty and want a soda, this is your place. You will find 500 types of soda. Some are impossible to find elsewhere. Inside Pops there is also a restaurant.



Vi abbiamo detto in apertura di post che sarebbe stato il finale a regalarci le più grandi emozioni, in una tappa che di per sé non ha offerto alcunché di imperdibile. Siamo ad Oklahoma City, non lontani dalla downtown (due isolati) e l'atmosfera è già cambiata. Stiamo per visitare l'Oklahoma City National Memorial and Museum, il museo-memoriale del primo grande attentato terroristico all'interno degli Stati Uniti. La rilevanza mediatica non è stata ovviamente pari a quella dell'11 settembre 2001, ma tutto l'Oklahoma (ed in particolare la sua città regina) è ancora oggi segnato dai fatti accaduti il 19 aprile 1995.

We told you at the beginning of this post that in the end of the day we would have had a great experience. We are in Oklahoma City, not far from downtown (two blocks) and the atmosphere has already changed. We are going to visit the Oklahoma City National Memorial and Museum, the memorial museum of the first major terrorist attack within the United States. The media coverage was obviously not equal to that of September 11, 2001, but all Oklahoma (and in particular its Queen City) is still marked by the events that took place on April 19, 1995.


Siamo fortunati perchè in teoria il museo sta per chiudere, ma la gentilissima signora dopo aver visto la delusione sui nostri volti non solo fa uno strappo alla regola facendoci entrare, ma ci permette di farlo gratuitamente (il prezzo del biglietto sarebbe di 15 dollari).

We are lucky because even if the museum is about to close, the nice lady after seeing the disappointment on our faces not only makes an exception to the rule letting us enter into the museum, but even without any charge (the ticket price would be $ 15). 


A day like any other day. Un giorno come tanti altri è la frase simbolo che aleggia all'interno di un museo che ripercorre dettagliatamente i tragici fatti accaduti quel 19 di aprile del 1995. Erano le 9.01 del mattino quando una bomba contenente più di 2300 kg di fertilizzante a base di nitrato di ammonio esplose davanti al Federal Building: morirono 168 persone (tra cui 19 bambini) e ne rimasero ferite 680. Mc Veigh e Nichols furono gli autori dell'attentato anche se, come spesso succede, non mancano ancora oggi le teorie complottistiche più disparate.

A day like any other day. This sentence appears as soon as you enter in this museum which recounts in detail the tragic events that occurred on April 19, 1995. It was 9:01 a.m. when a bomb containing more than 2,300 kg of ammonium fertilizer nitrate exploded in front of the Federal Building: 168 people died (including 19 children) and 680 were hurt. McVeigh and Nichols were the perpetrators although, as often happens, there are still conspiracy theories...



All'esterno del museo sorge il memoriale. Sono ricordate tutte le vittime, mentre l'orologio è fermo sulle 9.01. Esattamente l'ora in cui Oklahoma City cambiò per sempre.

The memorial stands just outside the museum. They shall remember all the people who fell, while the clock is stopped on 9.01. Exactly the time when Oklahoma City changed forever.


Poi, come ci insegnano le storie americane, c'è sempre quel qualcosa che rende romantiche anche vicende tristi come l'attentato al Federal Building. L'esplosione, che si sentì fino a 60 km di distanza, non solo rase al suolo l'edificio, ma danneggiò anche tutto quello che vi fosse vicino. Tutto tranne questo albero, posizionato all'esterno del Federal Building e ora dal museo, che resistette. Da qui la città di Okhaoma è ripartita.

Then, as the American stories often tell, there is always something that makes a little bit romantic also a sad event like the Federal Building bombing. The explosion, which was heard up to 40 miles away, not only destroyed the building, but also damaged all the buildings which were located close to it. Anything but a tree, placed outside the Federal Building, which resisted. That symbolizes the Oklahoma City's restart.


Anche se ancora tremendamente scossa dai fatti del 1995. Nonostante siano passati più di vent'anni.

Although still terribly shaken by the events of 1995. Despite those events happened more than twenty years ago.


Avremmo voluto visitare anche il National Western Heritage Museum (il più bel museo dedicato al west e ai cowboy), ma ormai è tardissimo. Raggiungiamo Bricktown, una sorta di fratello minore del "riverwalk" di San Antonio, un piccolo canale d'acqua con ristoranti e pub.

We also would like to visit the National Western Heritage Museum (the most beautiful museum dedicated to the west and cowboys), but it is very late. We reach Bricktown, a sort of  San Antonio "riverwalk" younger brother, a small water canal with restaurants and pubs.


La prova definitiva che amiamo alla follia gli Stati Uniti è che anche Oklahoma City, come San Antonio ci è piaciuta. E non sono propriamente né Chicago e neppure New York.

The ultimate proof that we are absolutely in love with the United States Of America is that we even like cities like Oklahoma City or San Antonio. Well, they're not exactly neither Chicago nor New York




Dobbiamo sollevare il morale e l'unico modo è andare nel locale del cantante country preferito di Marco, "Toby Keith i love this bar". E' il classico sports bar americano e le sue alette di pollo con salsa ranch sono la fine del mondo.

We need to change our mood and the only way is to go to Marco's favourite country singer restaurant: "Toby Keith i love this bar". This is a classic American sports bar and its chicken wings with ranch dressing are definitely amazing.





NOTE - Un luogo se doveste avere tempo a disposizione, da non perdere una volta a Tulsa è il Philbrook Museum, nominato tra i migliori 65 musei degli Stati Uniti, un luogo che unisce l'arte alla natura. E' situato all'interno della casa del pioniere del petrolio Waite Phillips e di sua moglie Genevieve (Elliott) Phillips. Le sue collezioni spaziano dall'arte italiana del Rinascimento (Piero di Cosimo, Gentile da Fabriano, Biagio di Antonio Tucci, Tanzio da Varallo, Bernardo Strozzi) a quella francese (William-Adolphe Bouguereau, Jean-Baptiste Camille Corot) e americana (Thomas Moran, William Merritt Chase, Levi Wells Prentice). Ogni anno è visitato da circa 123 000 persone

NOTES - A place you shouldn't  miss once in Tulsa is the Philbrook Museum, named among the 65 best museums in the United States, a place that combines art with nature. It's situated within the home of the oil pioneer Waite Phillips and his wife Genevieve (Elliott) Phillips. Its collections range from the art of the Italian Renaissance (Piero di Cosimo, Gentile da Fabriano, Biagio di Antonio Tucci, Tanzio of Varallo, Bernardo Strozzi) to French (William-Adolphe Bouguereau, Jean-Baptiste Camille Corot) and American one (Thomas Moran, William Merritt Chase, Levi Wells Prentice). Every year 123,000 people visit this museum


HOTEL
Stratford House Inn (72 dollari)
POSITION: *
COMFORT: ****
VALUE: *****
CLEANING: ****



FOLLOW US ON FACEBOOK: WWW.FACEBOOK.COM/DUECUORIPERVIAGGIARE?REF=HL

CLICK ON "POST PIU' VECCHI" TO CONTINUE


venerdì 30 dicembre 2016

2016 trip - Route 66, Hawaii, Seattle and much more (day 8: Oklahoma City - Amarillo)

STAGE PROFILE
STATES: Oklahoma-Texas
CITIES: Oklahoma City (O) - Amarillo (T) 418 km
STOPS: Bridgeport, Hydro, Weatherford, Clinton, Elk City, Erick, Texola, Shamrock, Mclean, Alanreed, Groom, Conway

E' il giorno della tappa più lunga lungo la route 66. 418 chilometri, anzi forse anche qualcuno di più, lungo strade sconfinate tra le pianure dell'Oklahoma dell'ovest (tratto dove regnano gli onion rings burger) e l'est del Texas dove, si sa, tutto è più grande. Si torna a correre e a macinare chilometri e, per non farci mancare nulla, non appena lasciata Oklahoma City e ripresa la route 66, percorriamo un tratto della strada madre ancor più antico. Il tracciato si distanzia dalla highway e, proseguendo verso nord incontriamo le cittadine di Calumet e Geary lungo la "270". Sembrano terre dimenticate da Dio. All'incrocio con la 281 svoltiamo a sinistra e, dopo qualche miglio, intravediamo il Canadian River. Ciò significa che stiamo attraversando l'historic canadian river bridge, il ponte più lungo della route 66.

This is the day of the longest stage along the  Route 66. More than 280 miles kilometers along endless roads between the western plains of Oklahoma (home of the onion ring burgers) and the East Texas where, you know, everything is bigger. We have to run again and can't miss anything. Once left Oklahoma and got back to the route 66, we decide to follow and older stretch of the mother road. This road is away from the highway and goes north through Calumet and Geary, along the "270". They seem to be lands forgotten by God. At the intersection with the 281 we turn left and, after a few miles, we see the Canadian River. That means that we are going through the historic canadian river bridge, the longest bridge of the route 66.


Da Bridgeport, deviando verso sud, incontrerete il red rock canyon state park. Tuttavia, con ancora 400 chilometri da percorrere, scegliamo di raggiungere Hydro ed in particolare la Lucille's Gas Station. Ecco, Lucille non era una signora come le altre. Lei era "the mother of the mother road", la mamma della route 66. Scomparsa nel 2000, ha lasciato in eredità la sua gas station, da sempre luogo d'incontro per tutti i viaggiatori della route. Come Gay Parita della Gary's Gay Parita Gas Station, anche Lucille vi avrebbe accolto con un sorriso e raccontato storie imperdibili sulla strada madre. In Get Your Kicks on route 66, la celebre canzone dedicata alla route 66, lei viene nominata.

From Bridgeport, deflecting towards the south, you would encounter the red rock canyon state park. However, being still very far from Texas, in the end we decide to get to Hydro and visit the Lucille's Gas Station. Here in Hydro Lucille was not a lady like any other. She was "the mother of the mother road". She passed away in 2000 and bequeathed her gas station, which as always been a meeting place for all the route 66 travelers. Like Gay Parita of Gary's Gay Parita Gas Station, even Lucille would have welcomed you with a smile and told stories about the mother road. She is even mentioned in Get Your Kicks on Route 66, the famous Route 66 song.


E a testimonianza di quanto viva sia ancora la sua memoria, qualche miglio ad ovest di Hydro, nella cittadina di Bridgeport, un diner le è stato intitolato. Fuori dal locale una replica delle pompe di benzina di gas station vi ricorderà l'amore dell'intero territorio per la figura di Lucille.

A sign of how alive is still her memory, a diner few miles west of Hydro, in the town of Bridgeport, gets her name. Outside the restaurant a replica of the gas station gas pumps reminds you the love of the entire territory for the figure of Lucille.


L'intero Oklahoma è molto legato alla route 66. Poi c'è una città, di nome Clinton, che oltre ad essere la casa di diversi motel storici come il Glancy Motel ed il Trade Winds Motel...

The entire Oklahoma is strongly connected to Route 66. And there is a city named Clinton, which is home of several historic motel like Glancy Motel and the Trade Winds Motel.




... ha reso omaggio alla storica historical route 66 con il museo probabilmente più bello che troverete lungo il tragitto che vi porterà a Santa Monica. The Oklahoma Route 66 Museum. Impossibile da non riconoscere (biglietto d'ingresso - 7 dollari).

It paid tribute to the historical route 66 also with probably the best museum you will find along the way that take you to Santa Monica. The Oklahoma Route 66 Museum. You can't really skip this place (entrance fee - $ 7).



L'ovest dell'Oklahoma è ricco di musei sulla storia della strada madre. Ad Elk City i musei sono addirittura due, confinanti. Il national route 66 museum e l'adiacente museo all'aperto che rappresenta una città anni 50 lungo la route 66 (biglietto cumulativo 5 dollari).

West of Oklahoma is rich in museums about the history of the mother road. In the town of Elk City museums are even two. The national route 66 museum and the adjacent open-air museum that represents a 50 years ago town along Route 66 (combined ticket $ 5).






Il Texas intanto si sta avvicinando a grandi falcate mentre facciamo sosta ad Erick, al Sandhills curiosity shop. Il proprietario è un vulcanico personaggio ed i cimeli della route, qui, sono del tutto particolari. Incontriamo per la prima volta anche quattro australiani che come noi stanno viaggiando lungo la route 66. Il destino vorrà che li incontreremo ancora quattro volte nei giorni successivi.

While approaching Texas we stop at Sandhills curiosity shop. The owner is a volcanic character and the relics of the route, here, are very special. We also meet for the first time four Australians travelers: they us are traveling along Route 66 like us. The fate decides that we will meet them four more times in the following days.


Texola è poco più di una ghost town dall'aria piuttosto tetra. I 36 abitanti vi accompagneranno verso il cartello che indica l'entrata nel great state of Texas.La route 66 qui affiancherà sempre la I-40, tra le solite cittadine semi abbandonate ed un colore, il rosso, che diventa sempre più predominante. L'Illinois ed il Missouri sembrano lontanissimi...

Texola is little more than a gloomy ghost town. The 36 inhabitants will accompany you to the the great state of Texas state line. Route 66 here always runs close to the I-40, between the usual semi-abandoned towns and one color: the red one, which becomes more and more predominant. Illinois and Missouri seem far away ...


La prima cittadina che vi troverete di fronte una volta entrati in Texas è... Radiator Springs. Oh, scusate, Shamrock. Perchè abbiamo menzionato Radiator Springs? Semplice, perchè l'edificio in art deco The conoco Tower Station and U-drop inn cafè compare anche nella cittadina di Cars. Oggi più che mai stiamo vivendo la magia di uno dei cartoni animati più belli degli ultimi dieci anni. 

The first town that you will be facing once in Texas is ... Radiator Springs. Oh, sorry, Shamrock. Why did we mention Radiator Springs? Simple, just because the art deco building,  The Conoco Tower Station and U-Drop inn cafe, appears also in the movie Cars. Today more than ever we are experiencing the magic of one of the best cartoons of the past decade.


Il Drop Inn Cafè è come ce lo immaginavamo. Tutto o quasi ricorda Cars. Da qui la Disney Pixar è passata e chiesto agli abitanti di poter utilizzare la torre, rinvigorendo una cittadina che ora vive non solo grazie ai ricordi della route 66. Ci viene offerto del thè e del caffè "perchè i viaggiatori della route devono sempre essere in buone condizioni" e, ancora una volta, ci perdiamo ascoltando le storie di questo tratto di strada madre ed in particolare del Drop Inn Cafè.

The Drop Inn Cafe is exactly how we imagined it. Almost everything reminds Cars. Disney Pixar came here and helped the town which now lives not only thanks to the memories of the route 66. We are being offered tea and coffee "because route 66 travelers must always be in good shape" and, once again, we get lost listening to the stories about this mother road segment and in particular about the Drop Inn Cafe.






Prima di arrivare ad Amarillo attraversiamo le cittadine di McLean ed Alanreed con le loro gas station 66 Phillips e la particolarissima Groom con la water tower pendente e la seconda croce più grande al mondo.

Just few miles before reaching Amarillo we cross the towns of McLean and Alanreed, with their 66 Phillips gas station, and Groom with the unique leaning water tower and the second largest cross in the world.


Amarillo, Texas. La destinazione finale di oggi non è una città qualunque. La leggenda dice, infatti, che un viaggio in Texas non può definirsi completo se non si va a nord del "lone star state" a visitare il simbolo principale della route 66. Il Cadillac Ranch. Il gps non vi aiuterà, superate il "vero" cadillac ranch...

Amarillo, Texas. The final destination for today's stage is not a city like any other. The legend says, in fact, that a trip to Texas can not be complete unless you go to the north of the "lone star state" to visit the main symbol of Route 66. The Cadillac Ranch. The GPS will not help you, just pass the "real" cadillac ranch ...

(il "vero" Cadillac Ranch - The "real" cadillac ranch)

... e proseguite per un paio di miglia verso ovest sino ad intravedere le tantissime auto parcheggiate ai bordi delle strade. Ciò significa che avrete raggiunto il Cadillac Ranch che state cercando.

... and go straight for a couple of miles to the west of town. Then you will notice many cars parked on the roadside. That means that you have just reached the Cadillac Ranch.


Progettata nel 1974 da Chip Lord, Hudson Marquez e Doug Michelsdal, la scultura monumentale si compone di di dieci Cadillac degli anni 50 confiscate nel terreno.

Cadillac Ranch is not a ranch but a public art installation.  It was created in 1974 by Chip Lord, Hudson Marquez and Doug Michels: it consists of what were  either older running used or junk Cadillac automobiles, representing a number of evolutions of the car line  from 1949 to 1963. 





Anche il Boss, Bruce Springsteen, ha reso omaggio a questo luogo mistico, fatto di colori, di bombolette spray, di un ranch che sembra non finire mai e ovviamente loro, le cadillac, posizionate si dice nello stesso modo delle piramidi d'Egitto.

Even the boss, Bruce Springsteen, paid tribute to this mystical place made by colors, spray cans and of course cadillacs. They are half-buried nose-first in the ground, at an angle corresponding to that of the Great Pyramid of Giza in Egypt.


Ci fermiamo ad ammirare artisti e persone comuni che vogliono lasciare il loro "timbro" sulle cadillac. Armati di bombolette spray si esibiscono con scritte e disegni sulle auto piantonate nel terreno. Staremmo qui per ore ad ammirarli. Un consiglio che vi diamo è quello di evitare scarpe nuove e/o bianche.

We stop to admire artists and ordinary people who want to leave their "stamp" on the cadillacs. They hey perform with inscriptions and drawings on the cars. We'd be here for hours to admire them. Tip: we suggest not to wear new shoes and / or white shoes.


Ma, una volta ad Amarillo, c'è un altro luogo imperdibile anche se, a dirla tutta, si rivelerà un'esperienza abbastanza deludente. Parliamo del big texan steakhouse, uno di quei luoghi che meglio simboleggia cosa voglia dire ovest degli Stati Uniti ed in particolare Texas. Qui non solo si respira aria di west, ma si sperimenta la vera vita da texano.

But, once in Amarillo, there is another must-see place even if, to be honest, this has been an experience quite disappointing. We are talking about the big texan steakhouse, one of those places that best symbolizes what Texas is. Here you can breathe not only the west, but also experience the true life of the Texans.


E, come detto "everything is bigger in Texas". Qui è ancora più "bigger".

As we said, everything is bigger in Texas. At the big texan ranch all is even bigger.


Una bistecca di 2.2 chili vi aspetta in uno dei "contest" più amati dello stato. Un'ora di tempo per divorarla (contorni compresi) e la vostra cena sarà gratis. Lo farete davanti a tutti gli altri commensali che vi sosterranno. Noi non ci proviamo, ma anche la nostra sirloin (controfiletto) è piuttosto grande. La qualità invece è quella tipica di un luogo troppo turistico, non eccellente quindi. Ma non fermarsi al Big Texan equivarrebbe a perdersi una parte importante del modo di vivere texano

A 72 oz steak is the main character in one of the most beloved  contest of the state. You have just to eat it in one hour (sides included): the price money is very simple, you will eat for free. You will do this in front of all the other diners who will support you. Even our sirloin is quite large. The quality however is typical of a touristy place, not so great. But if you don't stop at the Big Texan you would miss an important part of Texas lifestyle.




HOTEL
Red Roof Inn Amarillo east (52 euro)
POSITION: **
COMFORT: **
VALUE: ****
CLEANING: ***



FOLLOW US ON FACEBOOK: WWW.FACEBOOK.COM/DUECUORIPERVIAGGIARE?REF=HL

giovedì 22 dicembre 2016

2016 trip - Route 66, Hawaii, Seattle and much more (day 9: Amarillo - Roswell)

STAGE PROFILE
STATES: Texas - New Mexico
CITIES: Amarillo (T) - Roswell (NM) 440 km
STOPS: Vega, Ontario, Adrian, Glenrio, Tucumcari, Fort Sumner

Se è vero che a rendere speciale il nord del Texas ed in particolare Amarillo è il Cadillac Ranch, c'è un luogo poco frequentato persino dagli americani stessi (figuriamoci dagli europei), ma che è in grado di offrire il primo vero antipasto di quella che sarà la natura che coloro che stanno viaggiando verso ovest si troveranno di fronte in New Mexico prima ed in Arizona poi. No, non stiamo parlando del Big Bend National Park, situato al bollente (in tutti i sensi) confine con il Messico, che è sin troppo famoso, ma del Canyon di Palo Duro State Park (ingresso 5 dollari a persona), 35 miglia a sud est di Amarillo.

It is true that what makes a trip to Northern Texas (and especially Amarillo) very special is the visit to the Cadillac Ranch. Anyway there is another very little known place (even the Americans ignore it) which is able to offer the first true welcome to the nature you will bump into , especially in New Mexico and Arizona. Well, we're not talking about Big Bend National Park, located on the hot border with Mexico, which is all too famous. The place we're going to visit is the Palo Duro Canyon State Park (admission fee $ 5 per person), 35 miles southeast of Amarillo.


Parliamo del secondo canyon per dimensioni degli interi Stati Uniti (120 miglia di lunghezza, 20 di larghezza), dietro solamente al Grand Canyon, ma nonostante ciò ancora sorprendentemente poco noto al turismo di massa per via della sua collocazione non proprio felicissima.

This is the second largest canyon of  the entire United States (120 miles long, 20 wide): it just comes after the Grand Canyon, but nevertheless still surprisingly little known maybe because of its location not exactly perfect.


Il suo nome significa legno duro, in riferimento alle piante di ginepro che sono abbondanti in questa parte dello stato ed il colore rossastro è dovuto all'enorme quantità di ferro presente nel terreno.

Palo Duro Canyon (from the Spanish meaning "hard stick") has been named "The Grand Canyon of Texas" both for its size and for its dramatic geological features, including the multicolored layers of rock and steep mesa walls similar to those in the Grand Canyon.


La visita comprende un loop di una trentina di chilometri: con la propria vettura sarà possibile scendere nel canyon e affrontare uno dei molti trail. Non sarà una natura maestosa ed affascinante come quella che trovereste in Arizona, ma vale ampiamente la deviazione.

The visit includes a loop of about twenty miles. You will be able to descend with your car into the canyon and hike one of the many trails. It may be not as majestic and fascinating as the nature you would find in Arizona, but it definitely worth a visit.


Torniamo ad Amarillo e riprendiamo la "strada madre" in direzione Vega, una di quelle cittadine tipiche della route, con l'atmosfera che ti riporta indietro nel tempo. Come la gentilezza della signora che gestisce la Magnolia Gas Station, una delle più antiche gas station della route 66 ora diventata mini-museo. Stava per andarsene con la sua auto ma, non appena ci ha intravisto, è tornata indietro appositamente per permetterci di fare qualche foto e raccontarci alcune storie.

We have to come back to Amarillo and take the "mother road" again towards Vega, one of those typical towns of the route 66, reminiscent of days gone by. We won't forget the kindness of the lady who works at the Magnolia Gas Station, one of the oldest route 66 gas station. She was about to leave with her car when, as soon as she noticed us, came back specifically to allow us to take some pictures and tell some stories.


Distante una cinquantina di metri scorgerete un auto nera: sì, è proprio lei: Lizzie di cars. mentre qualche isolato più in la, un po' nascosto, c'è Dot's Mini Museum, una delle roadside attraction della route. Un museo del 1944 contenente cimeli della strada madre.

You will notice a black car just thirty meters far from the gas station: yes, it's cars' Lizzie! Few blocks far, a bit hidden, there's Dots Mini Museum, one of the roadside attraction of the route 66. A museum established in 1944 containing relics of the mother road.


Ontario e Glenrio (che vanta il "first and last motel" in Texas a seconda da quale direzione si stia arrivando) sono in sostanza due Ghost Town, lo stesso non si può dire di Adrian, che nel corso degli anni è riuscita a mantenersi viva soprattutto per il fatto di essersi conquistata il ruolo di "midpoint" della route 66. I calcoli, complici i tratti più o meno nuovi della route 66, non sono facili, ma qui siamo "halfway", a metà strada. 1139 miglia, infatti, ci separano sia da Chicago che da Los Angeles.

Ontario and Glenrio (home of the "first and last motel" in Texas depending on which direction you're coming from) are basically ghost towns, Adrian has rather stayed alive especially because it got the role of "midpoint" of the route 66. Calculations are not so easy to make, but... yes, we're definitely halfway! 1139 miles, in fact, separates us both from Chicago and Los Angeles.


Il Midpoint Cafè è probabilmente il Cafè più famoso della mother road. I suoi dolci, da soli, valgono una fermata, ma a dirla tutta è qui che abbiamo mangiato il burger più buono della route 66.

The Midpoint Cafe is probably the most famous cafè of the mother road. Cakes here are amazing, but honestly we got the most delicious burger of the entire trip.


Da quanto siamo entrati in Texas spesso è capitato che la route 66 corrisponda con la Highway. Come nel tratto che conduce all'entrata nel "Great State of New Mexico", che non abbiamo mai nascosto essere, tra quelli visitati, il nostro preferito insieme all'Arizona. Torniamo, finalmente, a tre anni di distanza nel Land of Enchantment. Siamo appena entrati ed il cielo sembra già più grande...

Once in Texas the route 66 often corresponds with the highway 40. As the stretch that leads to the  the "Great State of New Mexico," which is our favorite (along Arizona) among all the states we've visited. It's "Land of Enchantment" again after three years: and the sky already looks bigger ...


Se doveste chiedere a chi ha percorso le 2500 miglia di route 66 quale sia la città più bella beh... saranno in parecchi a rispondere Tucumcari, New Mexico. Qui la route 66 è ancora viva, i motel sono tutti funzionanti e ce n'è uno che ancora oggi fa sognare ogni viaggiatore. Il motel per eccellenza, quello che "se lo scrivi su google e lo vedi illuminato la sera ti vien voglia subito di partire". Il Blue Swallow motel. E' semplicemente stupendo.

If you ask those who have traveled the 2,500 miles of Route 66 which is the most beautiful city of the mother road well ... many of them will answer Tucumcari, New Mexico. Here route 66 is still alive, motels are all on business: one of them still makes every traveler dreams. The Blue Swallow motel. It's just amazing. Writing its name on google means "i wanna go there. Immediately".


Non abbiamo soggiornato qui solo perchè Tucumcari è troppo vicino ad Amarillo. E noi avevamo scelto di fermarci per la notte nella città texana.

We did not stay there just because Tucumcari is too close to Amarillo. And we've chosen to spend the night in the texan city.


Purtroppo i titolari non ci sono, questa volta niente storie, ma semplicemente ammirare l'auto posizionata fuori dalla hall o le camere vintage posizionate sul retro ci fa sognare. Una cosa è certa. Semmai dovessimo pernottare un giorno dalle parti di Tucumcari, lo faremo al blue swallow motel, uno dei cinque luoghi da vedere assolutamente lungo la route 66

Unfortunately, the owners are not here, this time no stories.We admire the car positioned just outside the lobby and the vintage rooms positioned on the back: they make us dream. One thing is certain. Next time we will definitely spend the night at the Blue Swallow Motel in Tucumcari, New Mexico, one of the best five things to see along the route 66


Dall'altro lato della strada un altro simbolo di Tucumcari ci sta "chiamando". Il Tee Pee Curios, un souvenir shop a tinte... indiane. La sua forma particolare (capanna indiana) lo rende davvero unica. E' qui che incroceremo ancora i "nostri amici" australiani...

Just across the street there's another symbol of Tucumcari: The Tee Pee Curios, a souvenir shop in with its very famous tee pee shape. That makes it truly unique. In here we meet our "australian friends" for the second time...


Prima di lasciare Tucumcari facciamo una brevissima sosta al monumento della route 66, poi via verso sud.

Before leaving Tucumcari we make a quick stop at the monument of the route 66, then straight to the south.


Già, lasciamo per un paio di giorno la route che, seguendola, vi porterebbe ad Albuquerque passando per Santa Rosa e la sua "blue hole". Sarà proprio ad Albuquerque che la riprenderemo. Ora, invece, siamo diretti verso il profondo sud, quasi al confine messicano, in un'area dello stato che avevamo visitato già tre anni fa e che ci è sin da subito entrata nel cuore. Ci eravamo promessi "una sola deviazione dalla route 66" ed il jolly che abbiamo scelto di giocarci si chiama (ancora) White Sands. Il tratto che va da Tucumcari a Fort Sumner lungo la 209 (che poi diventa 252) è un qualcosa di incredibile. Siamo noi e la strada. Ogni tanto fa capolino qualche ranch, ma in linea di massima saranno quasi 200 chilometri di solitudine nel solito incantevole land of enchantment.

Yes, we are leaving the mother route for a couple of days. If you follow it, you will go straight to Albuquerque through Santa Rosa and its very famous "blue hole". We will resume the road righ in Albuquerque. Now we are heading to the deep south, close to the Mexican border, in an area of the state we had already visited three years ago. We promised "a single deviation from the route 66" and the wildcard we play is (again) the White Sands. The stretch from Tucumcari to Fort Sumner on the 209 (which becomes 252) is something amazing. It's just us, some ranch and the road: 200 kilometers alone in the land of enchantment.

(foto da google street view - picture by google street view)

Stiamo andando a Fort Sumner per un solo motivo. Il suo nome è Henry McCarthy, meglio noto come Billy The Kid. E' qui, infatti, che uno dei più grandi (probabilmente il più grande) fuorilegge della storia americana fu ucciso dallo sceriffo Pat Garrett in circostanze mai del tutto chiarite dopo essere fuggito dalla prigione in cui era rinchiuso dopo essere stato condannato all'impiccagione. Billy The Kid è l'unico ad essere stato nello stesso tempo sia fuorilegge che, incredibilmente, anche eroe popolare.

We're driving to Fort Sumner for one reason only. His name is Henry McCarthy, better known as Billy the Kid. In this town one of the most famous outlaws in American history was killed by Sheriff Pat Garrett in circumstances never fully clarified after escaping from the prison where he was held after being sentenced to hang. Billy The Kid is the only one that was at the same time both outlaws and even folk hero.


A Fort Sumner è visitabile il museo a lui dedicato e, soprattutto, la tomba, il vero "grave site", non quella che troverete all'interno del museo. Il Billy The Kid grave site è situato lungo Blly the kids road, tre miglia a est della città.  Imboccate la "60", poi svoltate a sinistra lungo Billy the Kid Road e percorretela verso sud per tre miglia sino a raggiungere l'Old Fort Cemetery.

In Fort Sumner you can visit the museum dedicated to the outlaw, and especially the grave site, the "real grave site". There are, in fact, two grave sites, one located into the museum and the other one located in the Old Fort Cemetery. Billy The Kid grave site is located along the Billy the Kid road, three miles east of the city. Take the "60", then turn left down Billy the Kid Road and follow it south for three miles until you reach the Old Fort Cemetery.



Le ultime 84 miglia ci portano a Roswell, sede di tappa. Siamo nel sud est dello stato, in una città salita agli onori della cronaca il lontano 2 luglio 1947, quando un oggetto volante non identificato si schianta in un ranch distante settanta miglia a nord della città stessa. Il governo americano ha fornito almeno tre versioni dell'accaduto e la verità, con tutta probabilità, la sanno solo loro. Ma se mai gli alieni ci avessero fatto visita, this is the place. Nel 2007 il festival del sessantesimo anniversario dell'evento portò nella quinta città del New Mexico per numero di abitanti ben cinquantamila appassionati.

The last 84 miles lead to Roswell, south-east of New Mexico. It was the 2nd of July 1947,  when an unidentified flying object crashed on a ranch located seventy miles north of the town. The US government has provided at least three versions of the incident and they it's the only one who knows the truth. Anyway, if ever aliens have visited us, this is the place. In 2007, the sixtieth anniversary festival brought in town fifty thousand fans.



Ah, se non siete particolarmente incuriositi da queste vicende o legati agli alieni in generale (nel cuore della città c'è l'Ufo Museum, imperdibile per gli amanti del genere), Roswell ha ben poco altro da offrire. Noi, infatti, siamo già con la testa al White Sands National Monument...

Well, if you're don't like aliens that much (in the heart of the downtown you'll find the world famous UFO Museum, a must for aliens' fan), Roswell has nothing more to offer. In fact we are already thinking about tomorrow: the White Sands National Monument ...







HOTEL
Budget Inn (59 dollari)
POSITION: ***
COMFORT: **
VALUE: ***
CLEANING: **



FOLLOW US ON FACEBOOK: WWW.FACEBOOK.COM/DUECUORIPERVIAGGIARE?REF=HL