mercoledì 19 aprile 2017

The ultimate road trips in the UNITED STATES - Western National Parks

Sono in tanti quelli che quotidianamente rimangono affascinati dai parchi americani, da una natura selvaggia ed incontaminata capace di far sognare ogni anno milioni di turisti. Ma come organizzare un road trip nel west americano? Quali parchi scegliere e soprattutto come evitare di rimanere per ore e ore all'interno dell'auto senza poter godere al meglio le bellezze che l'ovest degli Stati Uniti può offrire? Le scelte da compiere sono spesso dolorose e la coperta è spesso corta. Eppure, riuscire a non perdersi il meglio non è una "mission impossible". Ipotizzando le consuete due settimane che necessita un "on the road" nel west americano, noi vi proponiamo due itinerari che, stando alle esperienze che abbiamo accumulato, rappresentano il miglior modo per esplorare i parchi a stelle e strisce. Ovviamente il fulcro del viaggio dovranno essere i parchi e non le pur splendide città del west come San Francisco, Los Angeles, San Diego e Las Vegas. Nella prima puntata vi raccontiamo il primo itinerario, secondo noi quello che più si avvicina alla perfezione: il loop su Las Vegas, accompagnandolo con alcune immagini scattate durante i nostri on the road

Too many people are fascinated by American Parks, by a wild and unspoiled nature visited every year by milion of tourists. Well, how can you organize a road trip in the American West? Which parks would you choose? And above all, how would you avoid the worse problem while doing an on the road, drive for many hours without being able to fully enjoy the beauty that US West can offer? The choices are hard to make, even if that's not a  "mission impossible". Assuming the usual two weeks needed by an "on the road" in the American West, we propose you two routes which, according to our past experiences, represent the best way to explore the "Stars and Stripes" National and State Parks. Obviously we're focusing on the parks and not on the awsome cities of the West like San Francisco, Los Angeles, San Diego and Las Vegas. In this post we are going to explain the first route: according to us this is the the perfect trip, the "Las Vegas loop". You'll also see some pictures taken during our on the roads.

ITINERARIO N°1 - LOOP SU LAS VEGAS

DAY 1 - FLIGHT TO LAS VEGAS


Atterrerete al McCarran International Airport e le luci della strip di Las Vegas vi accoglieranno nella città del peccato. Non commettere l'errore di "scappare" subito dalla "sin city", dedicatele almeno un giorno perchè, può piacere o no, Las Vegas non è una città come le altre. E ricordatevi che "what happens in Vegas stays in Vegas".

As soon as you land at McCarran International Airport the lights of the Las Vegas strip welcomes you: this is the Sin City. Do not immediatley leave Las Vegas, because this is not a city like any other. And remember that "what happens in Vegas stays in Vegas."

(Las Vegas Strip)


DAY 2 - HOOVER DAM & RED ROCK CANYON NATIONAL CONSERVATION AREA

Entrambe le attrazioni si trovano a poche decine di miglia da Las Vegas. Il Red Rock Canyon National Conservation Area è situato a 20 km ad ovest della più importante città del Nevada e vi regalerà il primo impatto con le rocce rosse ed i canyon tipici dell'ovest. Non dimenticatevi di acquistare qui il pass annuale dei parchi (80 dollari), che vi permetterà di poter visitare tutti i National Park che avete nel vostro programma. Ad una manciata di miglia dal Red Rock Canyon troverete anche la prima ghost town, Bonnie Springs. L'Hoover Dam, meglio conosciuta come diga di Hoover, è un'opera davvero imponente. Qui l'uomo ha davvero dato il meglio di sé. Siamo proprio al confine tra lo stato del Nevada e quello dell'Arizona, sotto di voi scorre il fiume Colorado.

Both attractions are located within a few miles from Las Vegas. The Red Rock Canyon National Conservation Area is located 16 miles west of the main town of Nevada, and offers the first impact with the red rocks and the typical western canyons. Do not forget to purchase the National Park annual pass here (80 dollars), which will allow you to visit all the other sNational Park you have in your agenda. Just few mile west of the Red Rock Canyon there's the ghost town of Bonnie Springs. The Hoover Dam is a truly impressive dam . We are right on the border between the state of Nevada and Arizona, the Colorado River lies below you.


(Hoover Dam)

(Bonnie Springs Ghost Town)



DAY 3 - DEATH VALLEY NATIONAL PARK

Direzione nord ovest. Sulla vostra sinistra il confine californiano, a destra il deserto del Nevada. Dopo due ore e mezza di viaggio arriverete al Death Valley National Park, ma prima un paio di soste imperdibili. Ad Amargosa Valley fermatevi lungo la Veterans Memorial Highway all'Area 51 Alien Center, una particolarissima stazione di servizio (l'area 51 è raggiungibile da Las Vegas in poco più di due ore di auto), e poco dopo, alla ghost town di Rhyolite, attivissima ai tempi della corsa all'oro e all'argento. Dedicate il pomeriggio alla visita del parco, ma fate attenzione alle temperature che, durante il periodo estivo, toccano tranquillamente i 45 gradi. Potrete pernottare all'interno del parco al Furnace Creek (una sistemazione è più economica, l'altra più dispendiosa ma nello stesso tempo più suggestiva) oppure appena fuori al Longstrett Inn & Casino ad Amargosa Valley.

Northwest of Vegas. On your left the California border, on the right the Nevada desert. After driving for two hours and a half  you will finally get to the Death Valley National Park, but first a couple of must see stops. In Amargosa Valley stop along the Veterans Memorial Highway at the Area 51 Alien Center, a particular service station (the area 51 is accessible from Las Vegas in just two hours by car), and shortly after, at the ghost town of Rhyolite, very active at the time of the gold and silver rush. Spend the afternoon at the National Park, but beware of temperatures. You can easily spend the night into the park at Furnace Creek (there's a "cheaper" lodge not far from the more famous, beautiful and expensive "The Inn") or just outside at the Longstrett Inn & Casino in Amargosa Valley.


(Rhyolite Ghost Town)

 (Death Valley National Park)


DAY 4  - VALLEY OF FIRE STATE PARK

Questa è probabilmente l'unica tappa davvero impegnativa a livello di chilometraggio. Sono, infatti 284 le miglia che separano la Death Valley dal secondo national park che visiterete, Zion. A metà della tappa non potrete assolutamente mancare la Valley of Fire State Park, uno dei più belli tra gli State Park americani. Qui non potrete esibire l'annual pass dei National Park. Le cittadine di Hurricane, La Verkin, St Georg, Washington e Springdale sono perfette per alloggiare a ridosso di Zion.

This is probably the only challenging stage. There are, in fact, 284 miles that separate the Death Valley national park from the second national park you're going to visit, Zion. In the middle of the stage, you can not miss the Valley of Fire State Park, one of the most beautiful among all the American State Park. Here you can not show the annual pass of the National Park. The towns of Hurricane, La Verkin, St George, Washington and Springdale are perfect if you're going to spend the night close to Zion.

(Valley of Fire State Park)


DAY 5 - ZION NATIONAL PARK

Abbiamo sconfinato nello Utah, lo stato dei Mormoni. Zion è un parco particolare. Piace moltissimo agli americani, meno agli europei. Per ammirarlo a dovere occorre addentrarsi, non solo con la navetta messa a disposizione dal parco, ma anche con i numerosi trail all'interno dei "narrows". Tre quarti di giornata di basteranno, anche perche la prossima tappa, il Bryce Canyon National Park, dista solo poco più di 70 miglia. Le cittadine di Tropic, Hatch, Cannonville e Panguitch sono perfette per alloggiare a ridosso del Bryce.

We are now in Utah, the state of the Mormons. Zion is a special park. The Americans like it very much, but not the Europeans. To admire it properly you must drop on the shuttle provided by the park and hike many of the trails which runs in the "narrows". Half day in the park should be enough, especially because the next stop, Bryce Canyon National Park, is very close: just 70 miles far from Zion. The towns of Tropic, Hatch, Panguitch Cannonville and are perfect if you want to spend the night close to the Bryce Canyon.

 (Zion National Park)


DAY 6 - BRYCE CANYON NATIONAL PARK

Il Bryce Canyon National Park è semplicemente stupendo. E' piccolo, rispetto almeno agli altri parchi, e per percorrere l'unica strada che lo attraversa non impiegherete più di un'ora. Tanti sono poi i trail per avvicinarsi il più possibile alle guglie tipiche del Bryce. A metà pomeriggio lascerete il parco e vi imbatterete in quella che probabilmente è una delle prime cinque scenic bway statunitensi, la UT12 che poi sfocia nella "24". Panorami impareggiabili vi accompagneranno lungo le quasi 300 miglia che vi separano da Moab, la destinazione finale di giornata. Se doveste avere a disposizione un giorno è qui che dovrete inserirlo: potrete così esplorare anche Capitol Reef National Park e Valley of Goblin State Park. Per il pernottamento Moab offre diverse sistemazioni a seconda del budget.

The Bryce Canyon National Park is simply gorgeous. It's pretty small, at least compared to the other parks, and it takes just an hour to drive along the only road that crosses it. There are obviously many trails which gives you the possibility to get as close as possible to the typical rocks of the Bryce Canyon. By mid-afternoon you will leave the park and drive along what is probably one of the top five between the US scenic Bways, the UT12 which then becomes  "24". Unparalleled views will accompany you along the almost 300 miles that separate the Bryce Canyon from Moab, the final destination of the day. One more day to spend in this area is the perfection: Capitol Reef National Park and Valley of Goblin State Park are just waiting fro you...  Moab offers several accommodation options depending on your budget.

(Bryce Canyon National Park)


DAY 7 - ARCHES NATIONAL PARK

Un altro parco imperdibile è Arches. Dedicate agli enormi archi del parco, in particolare il "delicate" (imperdibile al tramonto) il giusto tempo necessario, ma ricordatevi che a Moab sono possibili diverse escursioni, una più bella dell'altra. A partite da quelle su Quad e fuoristrada.

Another must-see National Park isArches. Explore the huge arches, in particular the "delicate" (a "must" at sunset) but remember that in Moab there are several possible excursions.

(Arches National Park)


DAY 8 - CANYONLANDS NATIONAL PARK

Il fratello maggiore del Grand Canyon. Già, perchè Canyonlands è un canyon davvero enorme. E non perdetevi in chiusura di giornata il tramonto ad Dead Horse Point State Park. In questo caso non potrete esibire l'annual pass.

The older brother of the Grand Canyon. Yes, because Canyonlands is a really huge canyon. Do not miss the Dead Horse Point State Park at sunset: you'll be rearded by stunned views. In this case you can not show the annual pass.

 (Dead Horse Point State Park)

(Canyonlands National Park)



DAY 9 - MONUMENT VALLEY

E' il giorno della Monument Valley, distante "solo" 150 miglia da Moab. Per arrivarci incontrerete il Goosenecks State Park, una sorta di fratellino dell'Horseshoe Bend che visiterete il giorno successivo, ed alcune cittadine particolari. Su tutte Mexican Hat. La miglior bistecca della vostra vita la mangerete lì, al Mexican Hat Lodge. La Monument Valley è il parco che meglio esprime il west americano, almeno nell'immaginario collettivo, anche e soprattutto per i tantissimi film western ambientati nel parco. Anche qui, come poi succederà all'Antelope Canyon, non è valido l'annual pass: entrambi i parchi sono, infatti, gestiti dagli indiani Navajo. Se voleste alloggiare all'interno del parco e godere di albe e tramonti indimenticabili le due soluzioni sono: "the view" oppure Goulding's lodge.

That's a special day, you're going to visit the beautiful Monument Valley, located just 150 miles south of Moab. To get there you will encounter the Goosenecks State Park, a kind of little brother of the Horseshoe Bend and some particular town. An example is Mexican Hat. The best steak of your life?At the Mexican Hat Lodge, of course. The Monument Valley is the park that best expresses the American West, at least in the collective imagination. Here, as for the Antelope Canyon, the annual pass is not valid: both parks are, in fact, managed by the Navajo Indians. If you would like to lodge into the park and enjoy unforgettable sunrises and sunsets consider "the view" or "Goulding's lodge".


(road to Monument Valley)

 (Monument Valley)



DAY 10 - ANTELOPE CANYON & HORSESHOE BEND

Fino ad una decina di anni fa Antelope Canyon era sostanzialmente il segreto meglio custodito del west americano. Ora è cambiato tutto e, se voleste visitarlo in estate, dovrete assolutamente muovervi con largo anticipo. Prenotate già a gennaio/febbraio per assicurarvi gli orari migliori: ovvero i tour delle 11-12-13. Page offre però altri due gioielli. Uno, gratis, è l'Horseshoe bend, l'altro è Lake Powell. Fare un bagno nelle sue acque sarà una delle esperienze più belle del vostro viaggio.

Until about ten years ago Antelope Canyon was basically the best kept secret of the American West. Now everything has literally changed, and if you would like to visit in the summer, make sure to book in advance. Book by  January / February to be sure to get the best times: the tours that starts at 11 am, 12 am and 1 pm. Page, however, has two other specials places. One of the, totally free, is Horseshoe Bend, the other one is Lake Powell. Take a bath in its waters will be one of the best experiences of your trip.

 (Horseshoe Bend)

(Antelope Canyon - Upper)



DAY 11 - GRAND CANYON NATIONAL PARK

Page ed il Grand Canyon National Park distano 133 miglia. Sulla strada non perdetevi il Navajo Bridge e poi guidate verso il parco più famoso d'America. Potrete alloggiare all'interno del parco (Grand Canyon Village) o nella vicinissima Tusayan.

The Grand Canyon National Park is 133 miles far from Page. On the way do not miss the Navajo Bridge and then just drive south-west to the America's most famous park. You can spend the night inside the park (Grand Canyon Village) or in the nearby town of Tusayan.

(Grand Canyon National Park)


DAY 12 - PETRIFIED FOREST NATIONAL PARK & SEDONA

E' il giorno jolly. Siamo ormai nel cuore dell'Arizona ed a livello naturale la scelta è davvero ampia. Per questo non sarà facile, avendo un solo giorno a disposizione, decidere quale parco escludere dalla vostra giornata. Lasciato il Grand Canyon incrocerete il Wupatki National Monument, con resti di civiltà antiche e l'adiacente Sunset Crater Volcano National Monument, un cratere a forma di cono. Ma, se come immaginiamo il tempo stringe, noi opteremmo per il Petrified Forest National Park, 20 miglia a est di Flagstaff, la città di riferimento. Tronchi di legno pietrificato, incisioni rupestri e soprattutto il painted desert, il deserto dipinto: due parchi sostanzialmente in uno. Arriverete a Sedona nel pomeriggio e, ne siamo sicuri, non vorrete più lasciarla. Sedona non va visitata, a Sedona bisogna viverci. Una cittadina immersa nelle rocce rosse, dove la qualità della vita e del lodging sono di livello altissimo.

Well, this is a kind of "wild card day". You are now in the heart of Arizona and the nature is really amazing. It's not easy to make a choise and you just have this day only. Leaving the Grand Canyon you can explore the Wupatki National Monument, with the remains of ancient civilizations and the adjacent Sunset Crater Volcano National Monument (a cinder cone crater), but the best choice should be the Petrified Forest National Park, 20 miles east of Flagstaff. Trunks of petrified wood, stone carvings and especially the painted desert: essentially two parks in one. You willr each Sedona in the the late afternoon and never want to leave this amazing town. You don't have to visit Sedona, you have to live in Sedona! A town surrounded by red rocks, where the quality of life and lodging are top notch.

(Petrified National Park)
                   

(Sedona)



DAY 13 - ROUTE 66 E MUCH MORE

L'ultima tappa è di trasferimento. Las Vegas vi aspetta e proverete l'ebbrezza di percorrere un tratto di route 66, il più lungo tra l'altro. Ovviamente dimenticatevi dell'autostrada, altrimenti dovrete dire addio alla magia della "mother road". Passerete da Kingman e soprattutto Seligman, salirete lungo le montagne e attraverserete il paesino di Oatman, dove gli asinelli vi faranno compagnia, vi fermerete all'Hackberry General Store prima di prendere l'Highway che vi porterà a Las Vegas. L'ultimo gioiellino? A 30 minuti da Vegas c'è il Pioneer Saloon, il primo saloon del Nevada. Da qui passò anche Clark Gable.

This is the last stage, a kind of transfer to Las Vegas, which is waiting for you. Experience the thrill of travel a stretch of Route 66, the longest one. Please forget about the highway, otherwise you'll have to say goodbye to the magic of the "mother road". You will pass through Kingman and Seligman, the you'll climb mountains and cross the small town of Oatman, where donkeys will immediately become your friends... you'll finally stop at the Hackberry General Store before taking the highway that will take you to Las Vegas. The last jewel? Located 20 miles south of Vegas there's the Pioneer Saloon, the first saloon built in Nevada. Even Clark Galble stopped there!

(Seligman)

(Route 66)



DAY 14 - FLY HOME

E' tempo di tornare al McCarran International Airport da dove, ne siamo sicuri, starete già proiettando il prossimo viaggio a stelle e strisce.

It's time to come back to the McCarran International Airport where (and we're sure about that), you will plan the next american road trip!