Etichette

"THE BEST OF..." TOP 20! (12) 10 THINGS TO SEE IN "PHILLY" (1) A DIFFERENT SAN FRANCISCO (1) ACQUAFRAGGIA FALLS - LOMBARDY (1) ATHENS (3) BARCELONA (4) BEST ROAD TRIPS (1) BORDEAUX (2) BREMEN & HAMBURG (3) BRENT DE L'ART E GROTTE DEL CAGLIERON - LE MERAVIGLIE DEL VENETO (1) BUFFALO BILL & COWBOYS: CODY NITE RODEO - WYOMING (1) COPENHAGEN (3) CUBA (4) CUMBRES & TOLTEC - THE BEST PANORAMIC TRAIN BET RUNS ALONG NEW MEXICO AND COLORADO (1) FLORENCE (3) GUIDE TO THE FLORIDA KEYS (1) ISRAEL (5) ITALY (4) LA CITE DU VIN - BORDEAUX (1) LONDON (3) LYON & ANNECY (5) MALLORCA (3) MARRAKECH (2) MUNICH & BAVARIA (2) MUNICH & BAVARIA 2ND TIME (2) NEW YORK: LA MESSA GOSPEL (1) OUR FRIENDS EXPERIENCES (2) OUR TIPS/I SUGGERIMENTI (3) PARIS (6) PROVENCE (3) ROUTE 66 - THE MOTHER ROAD (1) SEVILLA (3) SIGURTA' GARDENS (1) SLOVENIJA (2) THIS IS US (2) TOCCATA E FUGA (1) TOMBSTONE - ARIZONA: THE OLD WEST AS IT ONCE WAS (1) UNEXPECTED NEW YORK: HIGHLINE PARK (1) UNITED STATES - CHICAGO (5) UNITED STATES - EAST COAST (9) UNITED STATES - FLORIDA (12) UNITED STATES - THE OLD WILD SOUTHWEST (13) USA - BOSTON & CAPE COD (1) USA - EAST OR WEST? (5) USA - ITINERARY (2) USA - NEW YORK AND "THE REAL AMERICA (17) USA - SOUTH NEVADA (2) USA - TEXAS & NEW MEXICO (9) USA - THE SOUTHEAST: GEORGIA - NORTHERN FLORIDA - SOUTH CAROLINA (10) USA - WEST COAST (13) USA: KAUAI - NORTHERN CALIFORNIA - OREGON (20) USA: ROUTE 66 - HAWAII - SEATTLE (25) USA: TEXAS - LOUISIANA - MISSISSIPPI - ALABAMA - TENNESSEE - ARKANSAS (15)

mercoledì 31 gennaio 2018

2017 XMAS TRIP - THE SOUTH-EAST: Georgia, Northern Florida, South Carolina and much more (day 9 - 10 things to see in Charleston)

"Se Savannah vi è piaciuta, aspettate di vedere Charleston. Un altro gioiellino, meno snob e più frizzante". Chi, come noi, proviene da sud ed ha appena varcato il confine che separa lo stato della Georgia e del South Carolina con tutta probabilità si sarà sentito ripetere questa frase più e più volte dagli abitanti dei sobborghi della città di Charleston. E la verità è che hanno ragione loro. Charleston è davvero un gioiellino, forse meno pubblicizzato di Savanah, ma non per questo meno affascinante. Anzi. E ad accorgersi per primi, nel lontano 1670 furono proprio gli europei, attratti dalla posizione davvero invitante della città, situata nel cuore di una splendida baia.

"If you enjoyed Savannah, wait until you see Charleston. It's another gem, less snobby and more sparkling." If you're coming from the south (just like us) and just crossed the border between the states of Georgia and South Carolina, in all likelihood you've heard this phrase over and over again by the inhabitants of the suburbs of the city of Charleston. And the truth is that they are right. Charleston is really a little gem, perhaps less publicized than Savanah, but no less fascinating. In the distant 1670 the Europeans were the first to realize how beautiful this area was: they were attracted by the really inviting position of the city, located in the heart of a beautiful bay.


Spagnoli e francesi contestavano agli inglesi la volontà di fondare colonie in quella zona. E poi i pirati, perchè c'erano anche loro nella corsa a Charleston, tra cui il celebre Barbanera, personaggio reale che aveva la sua base nelle Outer Banks, poco più a nord, ed ovviamente i nativi, che in ogni modo tentavano di ricacciare indietro ogni attacco degli invasori. Charleston la volevano tutti, ma lei riuscì comunque a sopravvivere, diventando poi anche uno dei centri di smistamento degli schiavi più importanti del territorio nord-americano. E adesso sono tantissimi i turisti che la vogliono visitare, attratti dalla possibilità di passeggiare per le sue vie e ripercorrere il suo passato davvero glorioso.

Spaniards and French challenged the British which wanted to establish colonies in that area. And then also the pirates, because thery also had a stake in the race to Charleston, including the famous Barbanera, a real person who had his base in the Outer Banks, a little further north, and obviously the natives, who in any case tried to fight back every attack by the invaders. Everybody wanted Charleston, but it still managed to survive, becoming one of the most important slaves sorting center in North America. And now there are many tourists who want to visit it, attracted by the opportunity to walk through its streets and retrace its truly glorious past.


Purtroppo il picco delle temperature glaciali Charleston l'ha raggiunto il giorno in cui l'abbiamo visitata (il giorno successivo addirittura l'aereoporto è rimasto chiuso) ed il vento gelido ci ha impedito di viverla come avremmo voluto. E come una città della bellezza di Charleston avrebbe meritato. Nonostante ciò abbiamo visitato i dieci luoghi da non perdere a Charleston, partendo dall'elegantissima King Street che già la sera prima, la notte di capodanno, avevamo avuto modo di vivere nella sua veste migliore.

Unfortunately, Charleston's weather was awful during the day we've been there (the following day Charleston's airport had remained closed)  and the icy wind prevented us from living it as well as we would have liked. And as well as a city as beautiful as Charleston's would have deserved. In spite of this, we managed to visit the ten places not to be missed in Charleston, starting from the very elegant King Street which we had experienced also the night before, the New Year's Eve,


King Street non è nient'altro che l'antenata di tutte le Main Street che poi sarebbero diventate icone negli Stati Uniti, una via ricca di negozi importanti ed edifici coloniali. Si estende dalla punta più a sud-est della penisola sulla quale sorge Charleston, sino alla periferia della città ad nord-ovest. Il cuore, non c'è bisogno di dirlo, è downtown, da dove comincia il percorso di una giornata tra i dieci luoghi imperdibili di Charleston.

King Street is nothing more than the ancestor of all the american's Main Streets that later have become icons in the United States, a street full of important shops and colonial buildings. It extends from the most southeastern tip of the peninsula on which Charleston is located, to the outskirts of the city to the northwest. There's no need to say the heart and soul of Charleston is downtown: the day trip among the ten places to visit in Charleston begins right here.

(downtown Charleston)

1) City Market
Il tour parte proprio da uno dei gioiellini del downtown di Charleston è lo storico City Market, l'antico mercato cittadino che ogni giorno allieta locali e turisti, situato all'angolo tra Meeting Street e le due Market Street (North e South).

1) City Market
The tour starts right in front of one of Charleston's downtown gems, the historic City Market. It's the old city market that daily enlivens locals and tourists, located on the corner of Meeting Street and the two Market Streets (North and South).


Non faticherete molto a riconoscere l'ingresso principale del mercato (interamente al coperto) che si sviluppa poi su due isolati lungo le due Market Streets, tra banchi di prodotti locali e non, confermando come Charleston sia da sempre un mix di culture, talvolta dovuto a circostanze davvero poco nobili.

You will not struggle to recognize the main entrance of the market (entirely covered) which then develops on two blocks along the two Market Streets, between local and non-local products, confirming that Charleston has always been a mix of cultures, sometimes due to circumstances that are not very noble.


Troverete dunque anche prodotti di artigianato proveniente da culture caraibiche o della comunità afroamericana diretta discendente dagli schiavi, oltre ovviamente a tanti souvenir, un bar che offre degustazione della cucina locale e diversi libri sul turismo e sulla storia locale.

You will also find handicraft products from Caribbean cultures or from the African-American community descending from slaves, as well as many souvenirs, a bar offering tastings of local cuisine and several books on tourism and local history.


2) Church Street
Poco più a sud del City Market, prende il via un'intera via dedicata alle chiese tra le più interessanti della città di Charleston, situate manco a farlo apposta lungo Church Street. La più fotografata è sicuramente la St Philip's Episcopal Church (142 Church St) con l'annesso antico cimitero, ancora una volta ricco di personaggi che hanno fatto la storia non solo della città, ma anche della nazione, risalenti al diciottesimo ed al diciannovesimo secolo. No, non ci siamo dimenticati. Anche Charleston, come Savannah, è infestata da spiriti ed anche qui sono numerosissimi i tour serali proposti da diverse agenzie tra cimiteri ed edifici che la leggenda vuole ricchi di entità soprannaturali.

2) Church Street
A little further south of the City Market, an entire street is dedicated to the most interesting churches in the city of Charleston. It is obviously called Church Street. The most photographed is certainly the St. Philip's Episcopal Church (142 Church St) with the annexed ancient cemetery, once again full of characters that have made city's and nation's history. Well, don't forget that even Charleston, like Savannah, is haunted and there are numerous evening tours offered by different agencies between cemeteries and buildings.


3) Heyward Washington House
Sempre lungo Church Street, esattamente al numero 87, noterete una delle dimore più antiche della città di Charleston. Costruita addirittura nel 1772 ed appartenuta a Thomas Heyward Jr, uno degli artefici e firmatari della Dichiarazione d'Indipendenza. Tutto è "originale", dalla cucina agli attrezzi da lavoro.

3) Heyward Washington House
Still along Church Street, exactly at number 87, you will notice one of the oldest dwellings in the city of Charleston. It was built in 1772 and belonged to Thomas Heyward Jr, one of the architects and signers of the Declaration of Independence. Everything is "original", from the kitchen to the work tools.



3) Old Slave Mart Museum
Se siete alla ricerca di un pezzo di storia americana, questo è sicuramente il posto che fa per voi. Siamo al numero 6 di Chalmers Street, una traversa di Church Street che ci siamo appena lasciati alle nostre spalle, dove sorge l'Old Slave Mart Museum, uno degli ultimi Mercati di Schiavi al mondo conservato come era ai tempi della tratta degli schiavi. Purtroppo l'1 gennaio il museo l'abbiamo trovato chiuso, ma quanto raccolto su internet ci è bastato per capire il dolore e la sofferenza passati per questo edificio. Milioni e milioni di persone sradicate dalla loro terra natia contro la propria volontà e costrette ad indicibili sofferenze nel "nuovo mondo". Arrivati nelle città sulla costa, infatti, venivano venduti come manodopera per i lavori nelle piantagioni di riso e tabacco del centro sud degli Stati Uniti. Ogni schiavo aveva un prezzo, a seconda dell'età e delle condizioni fisiche. Si passava dai 10 dollari per arrivare sino ai 90.

3) Old Slave Mart Museum
If you are looking for a piece of American history, this is definitely the place for you. This is Chalmers Street (number 6), not far from Church Street which we have just left behind us, where stands the Old Slave Mart Museum, one of the last Slave Markets in the world preserved as it was at the time of the slave trade. Unfortunately, on the first day of January the museum is closed, but what we've found on the internet is enough to understand the pain and suffering passed through this building. Millions and millions of people uprooted from their homeland against their will and forced into unspeakable suffering in the "new world". Once arrived in the major cities on the coast, in fact, they were sold as labor for jobs in rice and tobacco plantations in the south of the United States. Each slave had a price, depending on age and physical condition. From 10 to 90 dollars.


4) St Michael's Episcopal Church
Se come noi state provenendo da Savannah e quindi da sud, non appena entrati in Charleston noterete il bianco imponente della St Michael Episcopal Church (71 Broad St), il più antico ed imponente edificio religioso della città, costruito tra il 1751 ed il 1761 in stile georgiano. Nel suo cimitero riposano anche due firmatari della costituzione americana.

4) St Michael's Episcopal Church
If you are coming from Savannah and then from the south, as you enter Charleston you will notice the impressive white St Michael Episcopal Church (71 Broad St), the oldest and most imposing religious building in the city, built between 1751 and 1761 in Georgian style. Two signatories of the American constitution also rest in its cemetery.


5) The Battery
Delimitata da East Battery & Murray Blvd, la punta più a  sud-est della baia sulla quale sorge Charleston è "The Battery". La giornata non è quella giusta, ma in condizioni normali, una passeggiata per il parco White Point Garden è un toccasana dopo le fatiche che avrete accumulato camminando per il downtown della più bella città del South Carolina. Da qui potrete godere di una splendida vista sia sulla baia che sul Fort Sumter. Quest'ultimo, pur essendo un National Monument, non rientra nel "America the Beautiful", il pass annuale dei parchi. Dovrete dunque acquistare un biglietto che comprende anche un breve tratto in ferry sino a raggiungere il forte. Dal 340 di Concord Street (Patriot Point) partono i battelli (9.30, 12.00 e 14.30) verso Fort Sumter, dove nel 1961 fu sparato il primo colpo di cannone della Guerra Civile Americana.

5) The Battery
Bordered by East Battery & Murray Blvd, the most southerly point of the bay on which stands Charleston is called "The Battery". The day is probably not the right one, but with normal weather conditions, a walk to the White Point Garden park is a cure-all after the efforts you have accumulated walking through the downtown of the most beautiful city in South Carolina. From here you can enjoy a splendid view of both the bay and Fort Sumter. The latter, despite being a National Monument, is not part of the "America the Beautiful", the annual pass dedicated to National parks and Monuments. You will therefore have to buy a ticket which also includes a short ferry ride up to the fort. Boats leave (9.30, 12.00 and 14.30) to Fort Sumter at 340 of Concord Street: Fort Sumter is famous because in 1961 the first cannon shot of the American Civil War was fired.


6) Raimbow Row
Probabilmente, anzi senza il probabilmente, la più bella via di Charleston. Un po' Nyhavn di Copenhagen, un po' Painted Ladies di San Francisco, Rainbow Row rappresenta la via più colorata della città di Charleston (83-107 East Bay Street). Stiamo risalendo lungo Bay Street (la principale alternativa a King Street) ed affrontiamo il quartiere di Rainbow Row, il più caratteristico di Charleston. A fare da copertina sono la serie di variegate case a schiera dalle svariate gradazioni di colori di pastello. Se siete amanti della fotografia, finirete per fermarvi per perdervi tra la bellezza di questa caratteristica via.

6) Raimbow Row
Probably the most beautiful street in Charleston. A little Copenhagen's Nyhavn, a little San Francisco's Painted Ladies, Rainbow Row is the most colorful street in the city  (83-107 East Bay Street). We are walking along Bay Street (the main alternative to King Street) and facing the Rainbow Row neighborhood, the most characteristic of Charleston. The cover is a series of variegated terraced houses with various shades of pastel colors. If you love photography, you will end up stopping by and getting lost in the beauty of this characteristic street.



7) Old Exchange Building
Situato al 122 di East Bay Street, all'incrocio con Broad Street, l'Old Exchange Building è un imponente edificio costruito a metà del 1700 ed utilizzato come prigione addirittura per i pirati catturati durante i numerosi attacchi ai vascelli ricchi di merci. Guide vestite con costumi d'epoca vi condurranno anche nelle segrete, raccontando anche diversi aneddoti legati al tempo dei pirati.

7) Old Exchange Building
Located at 122 East Bay Street, at the intersection with Broad Street, the Old Exchange Building is an impressive building built in the mid-1700s and used as a prison even for pirates captured during the attacks on cargo-filled vessels. Guides dressed in period costumes will also lead you to the dungeons, telling also several anecdotes related to the time of the pirates.



8) Aiken Rhett House
La Aiken Rhett House (Judith Street) è una piantagione antebellum originale, situata a nord di downtown.

8) Aiken Rhett House
The Aiken Rhett House (Judith Street) is an original antebellum plantation, located north of downtown.

9) Le altre dimore storiche
Avventurarsi per il downtown di Charleston significa perdersi tra le dimore storiche di personaggi che hanno fatto la storia della città. Agli americani piace molto l'antebellum, più che agli europei, ma questo stile a cui non siamo abituati ci ha decisamente incuriosito. Ve ne segnaliamo qualcuna su tutte: la Calhoun Mansion, la Nathaniel Russel House, la Miles Brewton House, la Tucker Ladson House, la William Washington House, la Gibbens William House la Edmonton Alston House e la Robert Williams House. Tutte queste dimore sono situate a sud-est di downtown, a ridosso di Battery Point.

9) Other historic houses
Venturing through the downtown Charleston means getting lost in the historic homes of people who have made the history of Charleston. Americans really like antebellum, rather than Europeans, but this style that we are not used to has definitely intrigued us. We mention a few of them: the Calhoun Mansion, the Nathaniel Russel House, the Miles Brewton House, the Tucker Ladson House, the William Washington House, the Gibbens William House the Edmonton Alston House and the Robert Williams House. All these homes are located southeast of downtown, near Battery Point.



10) Magnolia Plantation
E' vero. Qui non si parla proprio di Charleston, essendo la Magnolia Plantation and Garden situata 13 miglia a nord della città, ma un viaggio che si rispetti in quel di Charleston non può prescindere dalla visita ad una piantagione. E la più famosa, insieme alla Middleton Place, è proprio quest'ultima. Il freddo pungente ci ha frenato e non l'abbiamo visitata, ma ci siamo comunque spinti fino alla piantagione nel tentativo di cominciare a studiare il luogo in previsione di un ipotetico futuro ritorno nel South Carolina.

10) Magnolia Plantation
It's true. This is not Charleston, being the Magnolia Plantation and Garden located 13 miles north of the city, but a trip to Charleston cannot be complete without a visit to a plantation. The most famous, along with Middleton Place, is the Magnolia Plantation. The bitter cold curbed forced us not to visit it us, but we still headed to the plantation because we wanted to study the place in anticipation of a hypothetical future return to South Carolina.


Il bel tempo è necessario se si vuole visitare la piantagione, anche perchè i prezzi sono esorbitanti: 20 dollari a persona per il solo ingresso, più ulteriori 8 dollari per ogni singola attrazione all'interno della piantagione. Anche perchè con il solo "basic admission" non si vede altro che una piccola parte di tutta quella che è la piantagione. Preparatevi dunque a spendere più di 50 dollari per visitarla (nella foto i prezzi).

The good weather is definitely necessary if you want to visit the plantation, also because ticket prices are exorbitant: 20 dollars per person for the admission, plus an additional 8 dollars for each single attraction inside the plantation. With just the "basic admission" you can see nothing but a small part of all that is the plantation. So be prepared to spend more than $ 50 to visit (in the photo you can check all the prices).


Eppure sono tantissimi i turisti che la prendono d'assalto (anche con temperature polari), vogliosi di conoscere la storia di queste antiche residenze di campagna che raccontano le vicende di intere famiglie del sud attraverso diverse generazioni. Perchè visitare la Magnolia Plantation? Perchè vanta i "giardini più belli degli Stati Uniti", definiti dall'artista William Silva "Garden of Dreams". Non solo sono i più belli giardini della nazione, ma sono anche i più antichi. Era, infatti, il 1676 quando Thomas Drayton e la moglie Ann fondarono Magnolia Plantation lungo le sponde del fiume Ashley. Per oltre 300 anni la famiglia Drayton ne è rimasta la proprietaria, diventando con il passare del tempo anche una delle famiglie più ricche degli interi Stati Uniti grazie alla coltivazione e commercio del riso.

Yet there are many tourists who visit it also with bad weather conditions, eager to know the history of these ancient country residences that tell the story of the entire families of the south through several generations. Why visit the Magnolia Plantation? Because it boasts the "most beautiful gardens in the United States", defined by the artist William Silva "Garden of Dreams". They're not just the most beautiful gardens in the nation, but they are also the oldest: it was 1676 , in fact, when Thomas Drayton and his wife Ann founded Magnolia Plantation along the banks of the Ashley river. For over 300 years the Drayton family has remained its owner, becoming with the passing of time also one of the richest families of the entire United States thanks to the rice cultivation and trade.


I giardini furono aperti al pubblico per la prima volta nel 1870 e da allora divennero un’attrazione molto famosa del South Carolina, continuando ad attirare sempre più curiosi ed appassionati di storia e natura da ogni parte del mondo. Oltre alle azalee e alle camelie, oggi i giardini vantano una serie numerosa di piante, suddivise in varie sezioni: c’è il giardino tropicale con palme e altre piante esotiche, il giardino biblico, che include tutte quelle specie vegetali citate nella Bibbia e persino un piccolo zoo che ospita alcune specie tipiche del sud degli Stati Uniti e uccelli esotici. Molto pittoresco è il Cypress Lake, un laghetto attorniato da alberi di cipresso, alcuni dei quali centenari, e attraversato da un bellissimo ponticello, il Long Bridge, risalente al 1800. Oltre ai giardini, i visitatori hanno accesso ad altri luoghi della plantation. Chi lo desidera può prendere parte al tour guidato della casa, che inizia proprio di fronte alla veranda e dura circa 30-45 minuti.

The gardens were opened to the public for the first time in 1870 and since then they've become a very popular attraction in South Carolina, continuing to attract more and more curios and fans of history and nature from all over the world. Besides the azaleas and the camellias, today the gardens boast a numerous series of plants, divided into various sections: there is the tropical garden with palm trees and other exotic plants, the biblical garden, which includes all those species mentioned in the Bible and even a small zoo that houses some typical species of the southern United States and exotic birds. The Cypress Lake is very picturesque: it's a pond surrounded by cypress trees, some of which are centenarians, and crossed by a beautiful bridge, the Long Bridge, dating back to 1800. In addition to the gardens, visitors have access to other places of the plantation. Those who wish can take part in the guided tour of the house, which starts right in front of the veranda and lasts about 30-45 minutes.

(Magnolia Long Bridge - https://www.sciway.net/

Un ruolo importante nelle attività della piantagione lo hanno svolto gli schiavi e le unità abitative in cui vivevano sono ancora visibili oggi nella proprietà. Risalgono al 1800 e sono state ristrutturate di recente per ospitare la mostra intitolata “From Slavery to Freedom”: in queste casette infatti abitarono sia schiavi che uomini di colore liberi, nel periodo successivo all’abolizione della schiavitù.

Slaves played an important role in the plantation activities and the housing units in which they once lived are still visible today in the property. They date back to the 1800s and have recently been renovated to house the exhibition entitled "From Slavery to Freedom": in these small houses both slaves and free black men used to live following the abolition of slavery.


Altre zone della plantation sono interamente dedicate alla natura. Il Nature Train Tour è una visita guidata alla scoperta delle aree naturali della proprietà, dove vivono liberamente varie specie di animali. I visitatori passeranno attraverso laghi, piccoli boschi e zone paludose dove vivono coccodrilli, tartarughe, aironi e tanti altri animali. Durante il tour la guida vi fornirà dettagli sugli abitanti di questo ambiente naturale e sulla storia complessa di questo luogo, a partire dal periodo in cui era territorio degli indiani. Quando sarete stanchi di camminare potete fare un giro in barca lungo il fiume Ashley. Lungo le sponde del fiume in passato si estendevano le risaie della piantagione, che oggi sono solo un lontano ricordo.

Other plantation's area are entirely dedicated to nature. The Nature Train Tour is a guided tour to discover the natural areas of the property, where many species of animals live freely. Visitors will pass through lakes, small woods and wetlands where crocodiles, turtles, herons and many other animals live. During the tour the guide will give you details about the inhabitants of this natural environment and about the complex history of this place, starting from the period when it was an indian territory. People can also take a boat ride along the Ashley River, where once there were rice fields, which today are only a distant memory.

(http://www.charlestonweddingguide.com/)





FOLLOW US ON FACEBOOK:
WWW.FACEBOOK.COM/DUECUORIPERVIAGGIARE?REF=HL
Posta un commento